Skip to content

Attento a non ammalarti (online).

dicembre 14, 2009

Questo è periodo della tanta odiata influenza: quella stagionale, la A, raffreddore, mal di schiena, brividi di freddo.
Ma è anche periodo della nuova “malattia”: la dipendenza da Internet.
Da qualche mese che si sente parlare con insistenza della sindrome del “voglio-stare-sempre-online”: si studia il fenomeno della dipendenza da troppo web, secondo gli esperti esistono parecchi casi clinici.

Ebbene sì, la net-patologia ha un nome: Internet Addiction Disorder (IAD).

La perenne presenza sui social network, la smania di condividere, di commentare, di “esserci”. L’occhio sempre vigile alla mail ed alle news real-time.
Non credo sia un problema da sottovalutare, anzi. In America, il fenomeno è già esploso da tempo, ci sono molti centri che curano la più comuni patologie: dall’online gaming al Compulsive Surfing.

Anche in Italia sono nati centri e strutture apposite: da qualche mese il Policlinico Gemelli di Roma ha predisposto una struttura che possa consentirne la cura.
Un disturbo che colpisce anche i giovanissimi, come dimostra il rapporto di una recentissima ricerca di Eurispes & Telefono Azzurro.

Come è ovvio (e triste), c’è anche chi prova a speculare su una tematica che invece andrebbe studiata ed analizzata con serietà: in Cina, c’è chi promette una guarigione dalla cyber-dipendenza, attraverso un miracoloso macchinario.

Non manca un test che ci permette di conoscere il nostro livello di dipendenza: io, ovviamente, spinto dalla curiosità, non ho resistito. Il risultato? Troppo facile.

Intanto, c’è chi per qualche giorno rivive le sensazioni dei tempi dell’offline e ne trae interessanti conclusioni.
Annunci
2 commenti leave one →
  1. dicembre 14, 2009 1:23 pm

    Max ma non avevi altro da scrivere!?? C’è grossa crisi: i risultati dello IAT (test della Young) danno un esito prevedibile ma imbarazzante e forse preoccupante…

  2. Luca Bruschi permalink
    dicembre 14, 2009 11:17 pm

    Max hai già prenotato una suite al Policlinico Gemelli?! 😉 a parte gli scherzi…credo che poter navigare online 24h su 24 sia ormai indispensabile. Nel web c’è qualsiasi risposta ad ogni nostra domanda, e devo aver la possibilità di consultarlo sempre. Ma ripeto, ho detto “poter navigare”, non navigare per forza e seguire tutto ciò che il mondo ha da dire…
    C’è chi viene pagato per fare questo, per controllare, diffondere, smistare, ecc… se non ci guadagni dei soldi, lascia perdere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: