Skip to content

Facebook page che sostituisce il sito internet: l’amico coraggioso.

aprile 19, 2010

Parli con un amico, uno di quelli che ha uno spirito imprenditoriale ben sviluppato. Quelli che hanno qualche azienda sulle spalle.

Apre una nuova azienda, vendita di articoli sportivi, nessuna grande novità.
Ora deve realizzare il sito, perché altrimenti di che azienda stiamo parlando: mi chiede qualche consiglio, sento nominare più volte la parola flash, grafica, foto, modelle.

Poi, davanti ad una birra ghiacciata, il colpo a sorpresa: “Sai cosa ti dico? Quasi quasi non realizzo il sito web, compro un dominio e reindirizzo i navigatori alla pagina su Facebook che sto già creando. Non siete tutti lì voi giovani sportivi? Perché investire? Comunque per ora non vorrei vendere i miei prodotti online”.

Provo a spiegare che la sua visione è semplicistica, che la Facebook Page comunque ha delle linee guida ben definite, che non tutti i visitatori potrebbero non apprezzare, che gli spazi di manovra potrebbero essere molto limitati, che il tutto è abbastanza rischioso anche a livello di proprietà dei contenuti. Passano ancora due birre e decine di altre motivazioni.

Saluto e mi ritiro per deliberare (mangiando anche delle tartine).

Annunci
4 commenti leave one →
  1. aprile 19, 2010 12:58 pm

    Ciao Max, sai che proprio in questi giorni mi sono imbattuto in un articolo di mindsharedblog.com, poi ripreso da me stesso sul mio blog (paoloratto.blogspot.com), in cui si tratta proprio dello stesso problema e dei limiti che ancora hanno le page di Facebook:
    – gli utenti non sono pronti a comprare,
    – facebook non è ancora per tutti,
    – le pagine hanno dei chiari limiti di personalizzazione,
    – il seo non è competitivo,
    – la pagina non è tua, ma di facebook.

    Cosa ne pensi?
    Il mio articolo è a questo indirizzo… http://paoloratto.blogspot.com/2010/04/facebook-e-la-soluzione-per-il.html

    Saluti

  2. aprile 19, 2010 3:21 pm

    ognuno è fabbro della propria fortuna… non si lamenti il tuo amico nell’immediato futuro 😉

  3. Max Trisolino permalink*
    aprile 20, 2010 9:16 am

    @Paolo sono d’accordo su ttti i punti, tranne che su “Facebook non è ancora per tutti”. Per evidenti motivo. Comunque sarebbe un grosso errore strategico, spero di ripensi! 😉 @antgri infatti, sono proprio curioso di sapere come andrà a finire.

  4. aprile 20, 2010 10:21 am

    in effetti mi sono spiegato male:

    più che altro Facebook, a livello marketing, è molto utile per chi già si trova “prepotentemente” sul network, ma pressochè nullo per le persone che ne stanno al di fuori.
    Se si cerca un’attività su Google e si trova la “page” di Facebook, c’è la possibilità che il cliente, non troppo famigliare con lo strumento, passi al risultato di ricerca successivo…

    era quello che intendevo per “Facebook non è per tutti”. Spero ora di essermispiegato meglio. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: