Skip to content

L’Italia è lo specchio di Facebook o Twitter?

settembre 8, 2010

Chiaccherando con colleghi, amici, social-addicted e soprattutto osservando le attività degli iscritti agli svariati social network, ho provato ad immaginare come cambierebbe il nostro Bel Paese se gli abitanti reali fossero (esclusivamente) gli avatar dei vari Twitter e Facebook. Uno scenario ironico e poco serio? A voi la parola.

Se l’Italia fosse popolata esclusivamente dagli iscritti a Twitter, sicuramente NON avremmo:

Questo governo al potere, ma nemmeno l’opposizione
– la Tatangelo come giurata di x-factor
gente sobria.

Avremmo invece:

iPad, iPhone e Mac a go-go
– Una media di libri letti altissima
– Pochissime decine di abbonati a Wired

Se l’Italia fosse popolata, invece, dagli iscritti a Facebook, sicuramente NON avremmo:

– qualcuno che ascolti musica non riconducibile a Ligabue o Vasco Rossi
– individui che leggano libri differenti da quelli di Fabio Volo
– gente interessata a sport diversi dal calcio.

Avremmo invece:

– milioni di fans di Maria de Filippi (e dei suoi programmi televisivi)
– una marea di appassionati a quiz, oroscopi e concorsi
– tonnellate di gente alla quale piace gestire idealmente una fattoria, ma nessuno che maneggi un aratro nella realtà.

Ora capite perché in Italia gli iscritti a Facebook sono 18 milioni?

Annunci
6 commenti leave one →
  1. settembre 8, 2010 8:51 am

    Poi ti mando gli estremi per i diritti d’autore 🙂

  2. settembre 8, 2010 9:00 am

    Sicuramente Facebook rappresenta socialmente uno spaccato italiano molto più di quanto faccia Twitter. Ma credo che sia comune a moltissimi paesi, non solo all’Italia.

  3. settembre 10, 2010 8:14 pm

    Oddio che amarezza, Max.

  4. settembre 15, 2010 3:36 pm

    Domani esce un mio articolo su Spot & Web (spotandweb.it) dove mi rifaccio più o meno a questi discorsi, ma mi fermo soprattutto sul fenomeno di youtube. Credo che lì ci siano parecchie riflessioni al riguardo e soprattutto a proposito del cattivo gusto con cui gli italiani (e non solo) usano la Rete.
    Per il resto, Facebook lo uso solo per pubblicare qualche notizia e tenere alcuni contatti, mentre Twitter riveste una buona parte della mia vita professionale. Purtroppo però i bimbominkia sono sempre dappertutto…

  5. ducadauge permalink
    ottobre 3, 2010 4:03 pm

    Condivido al 100%! E aggiungo: il non-leggere è una delle cause principali del grande successo in Italia di Facebook.

  6. marco permalink
    ottobre 6, 2010 11:35 am

    E friendfeed? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: